Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Quartetto Goldberg: Nazioni a specchio

Foto Q. Goldberg

Il Quartetto Goldberg nasce nel 2021. Il nome è un omaggio alle Variazioni di J. S. Bach, brano che lega nel profondo i quattro componenti ed esprime gli ideali cardine del loro far musica: ricercatezza, semplicità e comunicatività. A Helsinki e Salo si esibisce in brani di Puccini, Ravel e Verdi.

I componenti sono:  Jingzhi Zhang (violino Carlo Testore, Fondazione Pro Canale), Giacomo Lucato (violino Dante Regazzoni, Collezione Regazzoni), Matilde Simionato (viola Antonio Pivetta, Collezione privata) e Martino Simionato (violoncello Dante Regazzoni, Collezione Regazzoni).

Il Quartetto Goldberg è vincitore del Premio “Piero Farulli” – 42° premio della critica italiana “Franco Abbiati”, primo premio al Filippo Nicosia Chamber Music Award 2023, agli Academy Awards di Verão Classico 2023 e premio Speciale della Giuria al Concorso “Marcello Pontillo 2022”.

Sostenuto dalla borsa di studio “Giovani talenti” dell’Accademia Stauffer, è “Artista Residente” della Fondazione Società dei Concerti di Milano per la stagione 2022/2023, protagonista della Nuit du Quatuor 2022 di Parigi e “Quartetto in Residence” al Ticino Festival 2022.

Collabora, grazie allo Stauffer Center for Strings di Cremona, con il Dipartimento di Innovazione per le Arti della Juilliard School di New York, all’interno del progetto “Bridging the Time – space Divide – connecting Cremona and New York” ed è selezionato da Fondazione I Teatri di Reggio Emilia come unico quartetto italiano per la quarta edizione di “Casa del Quartetto”, programma di residenza artistica di alta formazione per giovani quartetti d’archi.

Invitato con borsa di studio, partecipa ai Festival internazionali Zeist Music Days (Olanda), International String Quartet Academy (Parigi), Allegra Festival (Bulgaria), Musique à Flaine (Francia).

L’ensemble fa parte di MERITA platform e Le Dimore del Quartetto, di cui è Ensemble of the Year 2022.

È regolarmente invitato da stagioni concertistiche quali Fondazione La Società dei Concerti di Milano, Gioventù Musicale d’Italia, Società dei Concerti di Trieste, Società del Quartetto di Vicenza, Giovine Orchestra Genovese, Appassionata, Filarmonica Laudamo, Associazione Jervolino, Associazione Siciliana Amici della Musica, Viotti Festival.

È stato ospite al programma radiofonico La Stanza della Musica, intervistato da Oreste Bossini: la puntata è disponile su Rai Play, con musiche di Šostakóvič, Webern e Beethoven.

A Helsinki il concerto si tiene alla Sala Balder l’11 giugno alle ore 18:00. Il Café Balder, situato di fianco alla sala, apre un’ora prima dell’inizio del concerto ed è aperto durante l’intervallo.

L’evento è gratuito ed aperto a tutti, ma è richiesta la prenotazione scrivendo a eventi.iichelsinki@esteri.it.

NB! La sala si trova al terzo piano e il palazzo non è dotato di ascensore.

A Salo il concerto si tiene alla Villa Wiurila il 12 giugno alle ore 18:00. L’evento è gratuito ed aperto a tutti, non è richiesta prenotazione. I posti vengono assegnati in base all’ordine d’arrivo.

Ringraziamo il Comune di Salo e la Villa Wiurila.

 

 

 

 

 

 

  • Organizzato da: IIC Helsinki